plastics
Capsule in PCR (Post Consumer Recycled)-HDPE foodgrade, i vantaggi della compressione SACMI

Capsule in PCR (Post Consumer Recycled)-HDPE foodgrade, i vantaggi della compressione SACMI

La sfida dell’economia circolare nel mondo Closures. Da SACMI opportunità inedite grazie a una tecnologia superiore che semplifica la produzione di capsule standard a partire da resine riciclate

La sfida del riuso in ambito Closures parla la lingua di SACMI. Le superiori caratteristiche della tecnologia della compressione, sulla quale l’azienda è leader mondiale, semplificano la realizzazione di capsule standard a partire da materiale foodgrade totalmente di recupero.
Più flessibilità e meno stress termico sui materiali  – grazie a una tecnologia che lavora a temperature più basse rispetto all’iniezione – distinguono la tecnologia della compressione rispetto a soluzioni alternative. Ed è proprio questo aspetto a rappresentare la chiave di volta in ottica economia circolare: da un lato, la compressione consente di di lavorare resine più viscose rispetto all’iniezione; dall’altro, esponendo la resina a minore stress termico e meccanico (il processo lavora a temperature inferiori di circa 20 C°) se ne incrementa la successiva riciclabilità.
Qualche esempio, la produzione di capsule in PCR-HDPE ad alta viscosità per i settori food&beverage. Ma, anche, le molteplici applicazioni “multilayer” (pods per caffè e altre bevande) con una gestione totalmente flessibile delle diverse resine e layer con funzione di barriera all’ossigeno.
In altre parole, la tecnologia SACMI consente di considerare un range più vasto di “viscosità utili”, producendo con la stessa macchina capsule di qualità sia a partire da resine vergini sia riciclate. Una risposta inedita a una duplice esigenza del mercato: mantenere al massimo efficienza e qualità delle produzioni accogliendo allo stesso tempo tutte le opportunità della circular economy nel settore plastics.

Ruota il tuo device.