ceramics
A Michele Pulpito (SACMI) la “Stella al Merito del Lavoro” della Presidenza della Repubblica

A Michele Pulpito (SACMI) la “Stella al Merito del Lavoro” della Presidenza della Repubblica

Non me l’aspettavo”, scherza Michele Pulpito, commentando la notizia del conferimento, da parte della Presidenza della Repubblica Italiana, della Stella al Merito del Lavoro, uno dei massimi riconoscimenti per coloro che si sono distinti, in Italia o all’estero, per “singolari meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale” nel campo dell'economia, del lavoro, della produzione.
 
Trent’anni di carriera, 20 dei quali trascorsi in SACMI (prima con il ruolo di capo rappresentanza di SACMI Imola presso l’allora ufficio commerciale di SACMI nella capitale russa, poi a capo dal 2003 della neocostituita società OOO "SACMI MOSCA"), Pulpito muove i primi passi sullo scenario internazionale all’inizio degli anni Novanta.
 
Sette anni trascorsi in Svezia, lavorando presso importanti multinazionali, poi, rientrato in Italia, approda quasi subito in SACMI, dove si dedica a tempo pieno alla vendita di macchinari ed impianti nel settore ceramico sul mercato russo. Da sei mesi a questa parte, dopo aver passato il testimone di direttore di SACMI Mosca ad Andrea Cicchetti, ritorna a ricoprire a tempo pieno il ruolo di capo-rappresentante per SACMI Imola a Mosca.
 
La consegna del riconoscimento – che prevede una categoria speciale per i connazionali all’estero – è avvenuta oggi durante una cerimonia pubblica all'Ambasciata d'Italia a Mosca, alla presenza dell’Ambasciatore Pasquale Terracciano, che ha finalizzato il “dossier Pulpito” grazie alle segnalazioni ed alla documentazione raccolte nel corso degli anni presso l’Ambasciata di Mosca.
 
Sostanziale, ai fini del riconoscimento, la capacità da parte di Michele Pulpito nel contribuire allo sviluppo ed al radicamento di SACMI Mosca, punto di riferimento del Global Network SACMI per l’intera area, dal presidio commerciale all’assistenza ricambi, sino agli avanzati servizi post vendita. Sotto la guida di Pulpito, la società è cresciuta e si è sviluppata sino ad occupare, ad oggi, 33 persone tra dirigenti, impiegati e tecnici altamente qualificati, 31 dei quali composti da personale locale.
 
Un personale motivo di orgoglio per questo riconoscimento, che non avevo preteso né cercato sottolinea ancora Michele Pulpito – va alle motivazioni che ne sono alla base, che non fanno tanto o solo riferimento alla capacità di avere promosso con successo prodotti e produzioni italiane all’estero, quanto alla capacità di avere portato avanti con coerenza i valori della cultura italiana, orizzonte di riferimento per tutto il Gruppo SACMI nel mondo”.
 
A Michele Pulpito (SACMI) la “Stella al Merito del Lavoro” della Presidenza della Repubblica

Ruota il tuo device.