Flaminia investe con SACMI sull’automazione del colaggio “multistampo”

Flaminia investe con SACMI sull’automazione del colaggio “multistampo”

Da anni in prima linea sulla rivoluzione 4.0 nel Sanitaryware, l’azienda italiana premia ancora il colaggio robotizzato SACMI, installando una nuova macchina AVB per la produzione di vasi rimless. Risultato, incremento di qualità e rese, più salute e sicurezza per gli operatori grazie al robot.

Ceramica Flaminia investe, con SACMI, sull’ulteriore automazione del colaggio, per la realizzazione dei moderni vasi sospesi rimless. Protagonista del sanitario Made in Italy dal 1955, Flaminia ha già avviato da anni, con SACMI, la rivoluzione 4.0 su tutte le fasi produttive, riducendo le operazioni manuali e incrementando qualità ed efficienza.

In particolare, ad essere installata e avviata di recente è una nuova macchina di colaggio AVB che può montare sino a 4 stampi. La soluzione è equipaggiata con robot di sformatura che deposita gil articoli appena colati su nastro motorizzato per la finitura con operatore; da qui il pezzo viene conferito al pre-essiccatoio FPV per la maturazione e, una volta liberato dal supporto, caricato su carro.

Capace di lavorare a 360° sull’innovazione, SACMI ha equipaggiato il robot con innovativo sistema di carico su carro tramite forche a rebbi, un metodo conveniente per l’automazione delle movimentazioni che ne riduce il numero, semplificando e ottimizzando tutte le operazioni. Tra i vantaggi del sistema, quello di rappresentare la premessa per l’automazione totale dell’handling a valle del processo, in particolare la finitura e la smaltatura.
In prima linea per la sostenibilità ambientale e sociale della produzione, Flaminia investe in questo modo su una ulteriore riduzione delle operazioni manuali con paralleli vantaggi in termini di qualità e ripetibilità del processo (meno rischio di errori, meno scarti), salute e sicurezza degli operatori.

Tra le peculiarità della fornitura di recente avviata anche un innovativo metodo per la gestione di articoli con sottosquadri, in pratica un tassello – inserito nello stampo prima del colaggio – che consente di realizzare queste particolari geometrie direttamente in macchina senza la necessità di incollare parti aggiuntive.
Con la nuova AVB SACMI – di cui è già previsto il raddoppio – Flaminia dimostra inoltre la possibilità di raggiungere un equilibrio ottimale tra produttività e automazione su una macchina multistampo. Il risultato è la possibilità di gestire in modo efficiente e ripetibile una quantità importante di codici prodotto su articoli complessi, per una produttività a regime di circa 200 pezzi al giorno.
 

Ruota il tuo device.